Menopausa: cosa fare per contrastare i possibili rischi?

Menopausa: cosa fare per contrastare i possibili rischi? – Welfare Cremona

Innanzitutto è bene specificare che la menopausa non è una malattia ma si tratta di un momento fisiologico. In questo periodo della vita della donna, che coincide con la fine della fertilità  (che si colloca normalmente – ma non esclusivamente – tra i 45 e i 55 anni di età), alcune donne accusano dei disturbi per i quali esistono cure e rimedi utili.
Capita, con una certa frequenza, di osservare, già alcuni mesi prima della cessazione delle mestruazioni, alterazioni del ciclo mestruale (mestruazioni ravvicinate e abbondanti oppure più distanziate tra di loro). Nello stesso periodo le ovaie cessano la loro attività  con una conseguente diminuzione della quantità degli estrogeni (cioè di quegli ormoni prodotti fino allora dalle ovaie) nel sangue.

Quando calano gli estrogeni la donna è più esposta al rischio di alcune malattie; la diminuzione degli estrogeni può infatti provocare vari  disturbi e sintomi come:

  • vampate di calore
  • sudorazioni profuse
  • palpitazioni e tachicardia
  • sbalzi della pressione arteriosa
  • disturbi del sonno
  • vertigini

ma anche:

  • irritabilità
  • umore instabile
  • affaticamento
  • ansia
  • demotivazione
  • disturbi della concentrazione e della memoria
  • diminuzione del desiderio sessuale).

Inoltre le conseguenze più importanti del calo degli estrogeni sono: l’aumento del rischio cardiovascolare (infarto cardiaco, ictus cerebrale, ipertensione), le patologie osteoarticolari, in particolare l’aumento dell’incidenza dell’osteoporosi.
Non si deve inoltre sottovalutare l’aumento del peso corporeo, che si verifica in misura variabile in tutte le donne in menopausa e rappresenta un problema in più del 50% delle donne oltre i 50 anni.

Cosa fare

La prevenzione delle complicanze cardiovascolari e osteoarticolari può essere messa in atto fin da subito. Come prima mossa occorre seguire un regime dietetico controllato, che in menopausa ha la duplice azione di ridurre da un lato il numero delle calorie per contrastare il naturale aumento di peso e dall’altro di introdurre alimenti ad azione terapeutica per migliorare soprattutto la frequenza e l’intensità delle vampate di calore: CremonWelfare, attraverso il dott. Lombardi nutrizionista attivo presso di noi, mette a disposizione un utile supporto in questo senso.

Per quanto riguarda il trattamento dei sintomi, è essenziale identificare una terapia appropriata e personalizzata in base alle esigenze della donna. Tra le varie terapie sintomatiche utili a risolvere i sintomi connessi alla menopausa, la terapia ormonale sostitutiva può ridurre i sintomi e, contemporaneamente, proteggere nei confronti dell’osteoporosi e delle malattie cardiovascolari, se somministrata correttamente, dopo un accurato esame clinico della paziente. E’ davvero molto importante rivolgersi ad un/una ginecologo che sappia supportare la donna in questo momento così importante e delicato della vita. Per questa ragione il dott. Giampaolo Lupi collabora con CremonaWelfare per fornire un servizio fondamentale a tutte le donne del territorio. Presso la sede di Via Bonomelli 81 è infatti possibile effettuare:

  • PAP test
  • visite ginecologiche
  • visite ginecologiche con PAP Test
  • visite ginecologiche con ECO e/o PAP Test

E’ importante essere accompagnate da un valido professionista per attraversare con sicurezza e senza timori questo momento.

E’ possibile prenotare direttamente online una visita:

1
Servizio
2
Orario
3
Dettagli e pagamento
4
Grazie

Please select service, date and provider then click on the Find Appointments button.

oppure telefonando al n. 0372 415 661 o scrivendoci su info@cremonawelfare.it